“Marco, ci manchi!”, posata la prima pietra del centro per disabili dedicato al Sic…

Pronto a sorgere, a Coriano, il primo progetto italiano della Fondazione Marco Simoncelli

simoncelliSono passati quasi 5 anni da quando Marco Simoncelli ha iniziato ad insegnare agli angeli a fare le impennate in pista. Il ricordo del campione di Coriano è sempre forte nella testa di chi ha avuto la fortuna di conoscerlo e di poter seguire le sue indimenticabili gare nei circuiti di tutto il mondo e, oggi, è un giorno ancora più speciale. In occasione della tappa del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, alla presenza del Ceo di Dorna Carmelo Ezpeleta e dei giornalisti Guido Meda e Paolone Beltramo, papà Paolo ha posato la prima pietra di quello che rappresenta il primo progetto in Italia della Fondazione intitolata a SuperSic. “Una pietra solidissima – come ha scritto Paolo Simoncelli nella lettera aperta al figlio e che ha letto a tutti i presenti prima di essere murata nelle fondamenta della struttura – perché appoggia sulla sofferenza che si può alleviare, sulla sfortuna che si può contrastare, sul destino avverso che si può combattere, sull’amore che può provare a vincere”.

A margine della conferenza stampa di presentazione del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini il Ceo di Dorna, Carmelo Ezpeleta, ha annunciato che il numero 58, quello di Marco Simoncelli, verrà ritirato dalle corse. Un omaggio al campione del mondo della Classe 250 che, prematuramente, ha perso la vita nel 2011 durante il Gran premio della Malesia.

Fonte: La Repubblica

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *